biblioteca(Roma, 15 dicembre 2016) - Emma, 28 anni, da piccola sognava i musei, adesso è volontaria per il servizio civile presso la Biblioteca “Don Bosco” dell’UPS. Il Servizio Civile Nazionale è una proposta che viene offerta ai giovani che hanno superato la maggiore età (18-28 anni) e come detta il sito ufficiale, ‘’opera nel rispetto dei principi della solidarietà, della partecipazione, dell’inclusione e dell’utilità sociale nei servizi resi, anche a vantaggio di un potenziamento dell’occupazione giovanile’’. In particolare consiste in un anno di lavoro presso sedi diverse nel territorio nazionale, assegnate a seconda degli studi intrapresi o degli interessi personali.

Anche la Biblioteca ‘’Don Bosco’’ fa parte di questa rete e accoglie ogni anno i giovani desiderosi di svolgere questo servizio assegnati dalla struttura nazionale attraverso l’associazione SCS (Servizio Civile e Sociale) che opera in quest’ambito: un anno di lavoro presso diverse sedi, assegnate a seconda degli studi intrapresi o degli interessi personali. Emma, insieme ad altri tre ragazzi, ha richiesto di prestare servizio per la biblioteca dopo il conseguimento della laurea magistrale in archivistica e biblioteconomia all’Università “La Sapienza” di Roma. La richiesta viene inoltrata al MIUR che in base ad una graduatoria seleziona i futuri volontari e organizza un colloquio conoscitivo. Tuttavia Emma non è stata determinata fin da subito: l’esame obbligatorio di biblioteconomia durante la triennale in beni culturali è stato ciò che l’ha orientata su questa strada.  La conoscenza della storia delle biblioteche antiche, in particolare quella di Alessandria D’Egitto, l’ha portata nella Biblioteca ‘’Don Bosco’’.

Durante l’intervista le abbiamo chiesto come fosse il suo rapporto con il personale dell’Università: positivo con gran parte dei dipendenti i quali, avendo anni d’esperienza alle spalle, hanno tanto da insegnare. Emma ci ha raccontato che le doti fondamentali che un bibliotecario deve possedere sono la pazienza e la passione. Pazienza per poter affrontare i momenti difficili della giornata lavorativa e passione per poter vivere al meglio quelli più belli. Ciò che lei preferisce è lo scambio diretto con le persone, ciò che non sopporta è il disordine generale d’inizio giornata. Il consiglio che Emma ci ha dato è quello di provare un’esperienza simile sia per un arricchimento personale sia per il curriculum vitae.

Recensioni

I Giovani nelle statistiche sociali

Il volume è una compilazione di alcune sezioni tematiche (demografia, nazionalità, istruzione, scuola, università, forze lavoro, Neet, famiglia, disagio giovanile, devianza, benessere, salute, cultura, partecipazione, volontariato...) che offrono un approccio...

Sui sentieri dell’uomo. Introduzione all…

Il processo di detronizzazione, iniziato con la teoria della derivazione della specie umana da forme di vita inferiori, è culminato in manifestazioni nichiliste che hanno sancito la «morte del­l’uo­mo». Con...

Storia della catechesi. 4. Il movimento …

Il volume si pone in continuità con il testo di P. Braido, Storia della catechesi, vol. 3: Dal «tempo delle riforme» all’età degli imperialismi, Roma, LAS 2015, pubblicato in questa...

ELEMENTA LINGVAE ET GRAMMATICAE LATINAE

Grammatica Latina Romano sermone conscripta perraro invenitur, ideoque plurimi ipsa est facienda eo potissimum quod, cum linguae docendae vivum usum proponat, eundem sermonem vivum reddit, qui vulgo mortuus putatur, atque recentiori rationi viaeque...

Return to the Oikos

The present monograph brings together the results of a research project realized in collaboration between the Institute of Ecology and Bioethics of the Faculty of Christian Philosophy at the Cardinal...




(c) 2005-2014 Rome - UPS - All rights reserved | P.Iva 01091541001 | Powered by Joomla!®.