Notizie UPS

Annelisa Alleva è la vincitrice della Laurea Apollinaris Poetica 2020. Via al bando del VII Certamen Poeticum, quest’anno con un Premio speciale per i giovani poeti del III Municipio di Roma

  30 luglio 2019

La Giuria della Laurea Apollinaris Poetica ha scelto il vincitore della XLVIII edizione: si tratta della poetessa Annelisa Alleva. Le motivazioni ufficiali saranno rese note entro il 31 gennaio 2020 contestualmente all’informazione relativa ai vincitori del VII Certamen Apollinare Poeticum, di cui viene pubblicato il Bando. La Cerimonia di premiazione si terrà giovedì 7 maggio 2020 alle ore 17.30 presso la Biblioteca Don Bosco dell’UPS.

 

Il Certamen Poeticum consta anche in questa edizione di tre sezioniVolume di poesie edito (un’opera monografica poetica edita nel 2019, identificabile con specifico ISBN); Poesia inedita a tema (il tema prescelto per l’edizione 2020 è: “INNESTI”); Poesia inedita di giovani (a tema libero, sono ammessi autori di età tra i 15 e i 25 anni, dunque nati tra il 1994 e il 2004 inclusi).

Quest’anno, nella prospettiva di promuovere sempre più la presenza e il servizio culturale dell’UPS sul proprio territorio, e la collaborazione con le Istituzioni, la terza sezione annovera anche un premio speciale, patrocinato dall’Assessorato alla Cultura e alle Politiche Giovanili del III Municipio di Roma Capitale, per la migliore poesia inedita di giovani residenti o studenti presso un liceo o istituto di formazione superiore del III Municipio di Roma Capitale.

Ulteriori informazioni: apollinaris@unisal.it

 

Annelisa Alleva è nata a Roma nel 1956. Il suo è un nome molto noto, e non solo in Italia, sia come poetessa in proprio, sia come traduttrice di poesia soprattutto dal russo. Ha pubblicato numerose raccolte di poesia: Mesi (1996), Chi varca questa porta e altre poesie (1998), Lettera in forma di sonetto (1998), Astri e sassi (1999), Aria di cerimonia (2000), L’oro ereditato (2002), Istinto e spettri (2003), e La casa rotta (2010, Premio Sandro Penna) e A memoria/ Naizust’ (2016). Sue poesie sono presenti in varie antologie, e tradotte in diverse lingue. Nel 2013 è uscita la sua raccolta di saggi e ricordi: Lo spettacolo della memoria, (Quodlibet). Dal 2004 al 2007 ha tenuto un corso di master in traduzione letteraria dal russo presso la Sapienza Università di Roma. La sua ultima opera è la raccolta Caratteri, Passigli 2018. Numerosissimi i riconoscimenti ottenuti dalla sua poesia, dal premio Lerici Pea al Sandro Penna.