Corso
Elenco corsi a.a. 2011/2012
Anno accademico 2011/2012

Psicologia della comunicazione sociale CA0221

5 ECTS
Docente
Sede di Roma
Secondo semestre

FINALITÀ

Il corso si propone di introdurre ai principali aspetti della psicologia della comunicazione coinvolti nel contesto della comunicazione sociale. Le unità didattiche si focalizzeranno, in una prospettiva evolutiva culturale, sulle modalità, sulle competenze e sulle diverse implicazioni della comunicazione interpersonale, della comunicazione nel gruppo, della comunicazione di massa e mediata. Verranno esaminati le caratteristiche e i significati che i processi comunicativi assumono in questi ambiti, mettendo in risalto in che modo la comunicazione, quale aspetto fondamentale ed imprescindibile della vita delle persone, sia “strumento del mestiere” e valore di chi opera nel contesto sociale. Si tratteranno sia i processi percettivi, alla luce delle teorie del Sé e rispetto alla decodifica dei processi comunicativi, che quelli di apprendimento e decisionali, in riferimento alle dinamiche della comunicazione mediata in ambito sociale.

ARGOMENTI

A) Psicologia della comunicazione sociale: 1. Elementi di psicologia generale e sociale (Il Sé nelle teorie socio-cognitive) 2. Elementi di Psicologia della comunicazione sociale. 3. La comunicazione interpersonale. 4. La comunicazione nel gruppo. 5. La comunicazione con l’esterno (Aspetti psicologici della comunicazione persuasiva e di quella senza fini persuasivi). B) I processi di elaborazione della comunicazione: 6. I processi socio-cognitivi individuali e collettivi nell’elaborazione della comunicazione (Individualismo/Cooperazione). 7. I processi decisionali e comportamentali (Decision Making e Teoria dei Giochi). C) Psicologia della comunicazione mediata: 8. Psicologia della comunicazione mediata. 9. Impatto della comunicazione mediata nei diversi contesti sociali. D) Contesti di applicazione: 10. Implicazioni psicologiche ed efficacia della comunicazione sociale nei diversi ambiti (promozione della salute; prevenzione da situazioni rischiose o di pericolo; comunicazione pubblica e istituzionale; comunicazione nell’era della globalizzazione). 11. Implicazioni etiche e morali nella comunicazione sociale (l’eccezione e la norma) ed eventuali rischi.

TESTI

ANOLLI L., Psicologia della comunicazione (Bologna, il Mulino 2004); FRANTA H.-SALONIA G., Comunicazione interpersonale (Roma, LAS 1981); LIVOLSI M., Manuale di sociologia della comunicazione (Bari, Laterza 2007) Parte IV e V; QUAGLINO G.P.-RUMIATI R.-LOTTO L. (a cura), Introduzione alla psicologia della comunicazione (Bologna, il Mulino 2007) Parte II; SCILLIGO P., L’Analisi Transazionale Socio-Cognitiva (Roma, LAS 2009) Cap. 3, 4, 5, 6, 7, 12; VANNONI D., Manuale di psicologia della comunicazione persuasiva (Torino, Utet, 2001). Altre letture consigliate: BELLINO F., Per un'etica della comunicazione (Milano, Mondadori, 2010); CUCCO E.-PAGANI R.-PASQUALI M. (a cura), Il primo rapporto sulla comunicazione sociale in Italia (Torino, Rai-ERI 2005); CARANA N., Comunicare la responsabilità sociale (Milano, Angeli, 2004); CASAGRANDE S.-CASTELLANO A. Gruppo di lavoro, lavoro di gruppo (Milano, Raffaello Cortina 2001); GADOTTI G., La comunicazione sociale. Soggetti, strumenti e linguaggi (Milano, Arcipelago 2001); JERVIS G., Individualismo e Cooperazione (Bari, Laterza 2002) Cap. 4, 5, 6, 7; KOTLER P.-ROBERTO E.L., Marketing sociale. Strategie per modificare i comportamenti collettivi (Milano, Edizioni di Comunità 1991); INGROSSO M., Comunicare la salute. Scenari, tecniche, progetti per il benessere e la qualità della vita (Milano, Angeli 2001); TAMBURINI S., Marketing e comunicazione sociale (Milano, Lupetti 1996).