Versione BETA
Corso
Elenco corsi a.a. 2017/2018
Anno accademico 2017/2018

Psicologia della comunicazione sociale CA0221

5 ECTS
Docente
Sede di Roma
Secondo semestre

FINALITÀ

Il corso si propone introduce agli elementi centrali della psicologia della comunicazione relativi al contesto della comunicazione sociale. Le unità di¬dattiche si focalizzeranno, in una prospettiva evolutiva culturale, sulle mo¬da¬lità, sulle competenze e sulle diverse implicazioni della comunicazione in¬ter¬per¬sonale, della comunicazione nel gruppo, della comunicazione di massa e mediata. Verranno esa¬minati le caratteristiche e i significati che i processi co¬municativi assumono in questi ambiti, mettendo in risalto come la co¬munica¬zione sia “strumento del mestiere” e valore di chi opera nel contesto so¬ciale. Si tratte¬ranno sia i processi percettivi, alla luce delle teorie del Sé, che quelli di apprendimento e decisionali, in ri¬ferimento alle dinamiche della comunica¬zione mediata in am¬bito sociale.

ARGOMENTI

A. Psicologia della comunicazione sociale: 1. Elementi di psicologia ge¬nerale e sociale; 1.1 Il Sé nelle teorie socio-cognitive. 2. Elementi di Psicologia della comunicazione sociale. 3. La comunicazione interpersonale. 4. La comu¬nica¬zione nel gruppo. 5. La comunicazione con l’esterno (Aspetti psicologici della comunicazione persuasiva e di quella senza fini persuasivi). B. I processi di elaborazione della comunicazione: 6. I processi socio-cognitivi individuali e collettivi nell’elaborazione della comunicazione (Individuali¬smo/Cooperazio¬ne). 7. I processi decisionali e comportamentali (Decision Making e Teoria dei Giochi). C. Psicologia della comunicazione mediata: 8. Psicologia della comu¬nicazione mediata. 9. Psicologia della comunicazione sui social network. 10. Impatto della comunicazione me¬diata nei diversi contesti sociali. D. Il ruolo della Psicologia sull’Etica della comunicazione sociale: 11. Implicazioni eti¬che e morali nella comunicazione sociale.

TESTI

FRANTA H.-SALO¬NIA G., Comunicazione interpersonale (Roma, LAS 1981); JERVIS G., Individualismo e Coope¬razione (Bari, Laterza 2002) Cap. 4, 5, 6, 7; LIVOLSI M., Manuale di socio¬logia della comunicazione (Bari, Laterza 2007) Parte IV e V; QUAGLINO G.P.-RUMIATI R.-LOTTO L. (a cura), Introduzione alla psicologia della comunicazione (Bologna, il Mulino 2007) Parte II; SCILLIGO P., L’Analisi Transazionale Socio-Cognitiva (Roma, LAS 2009) Cap. 3, 4, 5, 6, 7, 12. Letture consigliate e manuali di riferimento: ANOLLI L., Psicologia della comunicazione (Bologna, il Mulino 2004); BELLINO F., Per un'etica della comunicazione (Milano, Monda¬dori, 2010); CUCCO E.-PAGANI R.-PASQUALI M. (a cura), Il primo rapporto sulla comunica¬zione sociale in Italia (Torino, Rai-ERI 2005); CARANA N., Comunicare la responsabilità sociale (Milano, Angeli, 2004); CASAGRANDE S.-CASTELLANO A. Gruppo di lavoro, lavoro di gruppo (Milano, Raffaello Cortina 2001); GADOTTI G., La comunicazione sociale. Sog¬getti, strumenti e linguaggi (Milano, Arcipelago 2001); KOTLER P.-ROBERTO E.L., Marketing sociale. Strategie per modificare i comporta¬menti collettivi (Milano, Edizioni di Comunità 1991); INGROSSO M., Comunicare la salute. Scenari, tecniche, progetti per il benessere e la qua¬lità della vita (Milano, Angeli 2001); Riva G., I social network (Bologna, Il Mulino 2016); TAMBURINI S., Marketing e comunicazione sociale (Milano, Lupetti 1996); VANNONI D., Manuale di psicologia della comunicazione persuasiva (Torino, Utet 2001).