Corso
Elenco corsi a.a. 2019/2020
Anno accademico 2019/2020

Teoria e tecniche: Radio Production CA0916

5 ECTS
Docenti
Sede di Roma
Primo semestre

FINALITÀ

Finalità: Il Tirocinio di Audio Production si presenta come un’esperienza teorica e pratica nell’ambito dell’informazione radiofonica. A partire dalla comprensione delle differenze tra giornalismo parlato e giornalismo scritto, il tirocinio si propone di sviluppare negli studenti capacità critiche e abilità giornalistiche radiofoniche e di fare acquisire conoscenze e competenze nell’ideazione e nella realizzazione di programmi radiofonici informativi e nel lavoro in gruppi redazionali; tale acquisizione si compie attraverso tre fasi: la fase di preparazione, la fase di simulazione e, infine, la messa in onda sulla radio web della facoltà dei programmi radiofonici informativi realizzati. Obiettivi: Conoscenze: Il linguaggio radiofonico; l’informazione alla radio; Il linguaggio giornalistico alla radio. Abilità Tecniche: Uso del mixer per radio broadcasting e relativi apparati di editing digitale audio di uno studio radiofonico; controllo, gestione e utilizzo degli apparati tecnologici disponibili nello studio radiofonico della facoltà; tecniche di lettura radiofonica qualità della registrazione e dell’editing giornalistico. Abilità Creative-Culturali: Analisi critica del contesto sociopolitico e dei prodotti giornalistici radiofonici; capacità di redigere testi giornalistici per l’informazione radiofonica; documentazione, preparazione e realizzazione di programmi radiofonici d’informazione. Competenze: Sviluppare le necessarie capacità professionali nell’ideazione e realizzazione di programmi radiofonici informativi in post-produzione e in diretta e nel lavoro sinergico in gruppi redazionali.

ARGOMENTI

Il tirocinio di Audio Production propone una serie di riflessioni e di esercitazioni sulle seguenti aree tematiche: 1. Il linguaggio radiofonico. 2. L’informazione alla radio: le fonti e il trattamento della notizia. 3. L’intervista. 4. I programmi d’informazione (il giornale radio; la rassegna stampa; il Talk-show; l’inchiesta; il magazine di attualità, informazione e cultura. 5. Jingles e sigle. 6. Il “mestiere” del giornalista radiofonico tra esigenze di verità e “spettacolarizzazione” della notizia. Ogni area tematica comprende obiettivi teorici ed esercitazioni pratiche specifiche (personali e di gruppo), per permettere allo studente il conseguimento degli obiettivi sopra indicati attraverso un processo didattico suddiviso in tre fasi: la fase di preparazione, la fase di simulazione e, infine, la messa in onda sulla radio web della facoltà dei programmi radiofonici informativi realizzati.

TESTI

Obbligatori: 1) RESTUCCIA Paolo, Le notizie alla radio, Roma, 2019 (dispensa). 2) Varie voci indicate all’interno del Syllabus tratte dai seguenti dizionari: a) ORTOLEVA P.-SCARAMUCCI B. (Edd.) Enciclopedia della radio (Milano, Garzanti 2003); b) LEVER F.-RIVOLTELLA P.C.-ZANACCHI A. (Edd.), La Comunicazione. Dizionario di scienze e tecniche (Casine Vica-Rivoli-Roma, LDC-ERI-LAS, 2002). Testi di approfondimento: MAZZEI G., Notizie radio@ttive. Manuale di giornalismo radiofonico (Roma, RAI-ERI, 2001); GADDA C.E., Norme per la redazione di un testo radiofonico (Milano, Adelphi 2018).