Versione BETA
Corso
Elenco corsi
Anno accademico 2020/2021

Teorie delle forme e narrazioni audiovisive CB0220

5 ECTS
Docenti
Curricoli
Comunicazione Sociale, Media Digitali e Cultura
Comunicazione Sociale, Media Digitali e Cultura: Comunicazione pastorale
Sede di Roma
Primo semestre
Mercoledì14.30 - 17.15Aula CS2

FINALITÀ

Finalità Il corso di Teorie delle forme e narrazioni audiovisive presenta la nascita e lo sviluppo dei linguaggi, delle forme e delle narrazioni sonore, visive e audiovisive, dalle strutture più semplici a quelle dell’attuale contesto comunicativo aperto a estensioni multimediali, crossmediali e transmediali. Il percorso formativo si configura come un’indagine che, tenendo conto delle componenti sonore, visive e letterarie, cerca di comprendere le logiche, i meccanismi e le dinamiche di vari dispositivi narrativi utilizzati nei media tradizionali, nello specifico radio e televisione, e nell’attuale contesto digitale convergente. Obiettivi Formativi: Attraverso un percorso storico, teorico e analitico della cultura dell’audiovisivo, si offre allo/a studente/essa di raggiungere i seguenti obiettivi formativi: - comprensione dell’audiovisivo come macrolinguaggio: suono, immagine, montaggio, scrittura; - conoscenza delle macroaree, dei generi e dei principali format presenti nella radio e nella televisione, considerando sia le rispettive peculiarità e differenze, sia la specificità dei canali di comunicazione generalisti, tematici e digitali; - assicurare una conoscenza/formazione di base nelle discipline che caratterizzano il contesto comunciativo, culturale, artistico ed economico della produzione audiovisiva; - promuovere un approccio critico alla produzione audiovisiva attraverso adeguati strumenti e processi di analisi che tengano conto della dimensione etica, psicologica e comuncativa dei consumi culturali; - offrire conoscenze e sviluppare adeguate abilità e competenze delle varie modalità di comunicazione dell’attuale contesto mediale integrato di cui l’audiovisivo è parte; - stimolare l’interesse e l’aggiornamento nei confronti dei linguaggi audiovisivi contemporanei variamente strutturati.

ARGOMENTI

1. Il macrolinguaggio audiovisivo (Radio e TV). 2. Gli strumenti e le forme del macrolinguaggio audiovisivo. 3. Il sistema radio-televisivo prima e dopo l’avvento di internet e del digitale. 4. L’audience della radio e della televisione: identità dell’emittente e pubblici di riferimento. 5. La Radiodiffusione: modelli di programmazione, generi e formati radiofonici. 6. L’audiovisivo e i processi di serializzazione: macro aree, generi, sottogeneri e principali format televisivi. 7. Trasposizioni/Adattamenti radiofonici e televisivi. 8. Le narrazioni audiovisive tra rimediazione, crossmedialità, transmedialità e intertestualità.

TESTI

Testi obbligatori: MENDUNI E., Televisione e radio nel XXI secolo (Bari-Roma, Editori Laterza 62020); Dispense del corso CB220. Teorie delle forme e narrazioni audiovisive, a cura dei docenti Testi di approfondimento: MENDUNI E., I linguaggi della radio e della televisione. Teorie, tecniche e formati, Roma-Bari (Editori Laterza 102020); KESTEN G., Scrivere per la radio, Intrattenimento e informazione (Milano, Editrice Bibliografica 2019); PERROTTA M., Fare Radio. Formati, programmi e strategie per la radiofonia digitale (Roma, Dino Audino Editore 2017); FENATI B – SCAGLIONI A., La radio: modelli, ascolto, programmazione (Roma, Carrocci Editore 52015); ALVATI C., La Radio e Internet: la sfida del modello comunicativo per l’evangelizzazione, in F. PASQUALETTI – C. ALVATI (Edd.), Reti Sociali: porte di verità e di fede; nuovi spazi di evangelizzazione, Percorsi di comunicazione (Roma, LAS 2014, pp. 175-189). PESCATORE G., Ecosistemi narrativi. Dal fumetto alle serie Tv (Roma, Carrocci Editore 2018); FERRARO G., Teorie della narrazione. Dai racconti tradizionali all’odieno storytelling (Roma, Carrocci Editore 22018); LOTZ A. D., Post network. La rivoluzione della tv (Roma, Minimum Fax 2017); BARRA L., Palinsesto: storia e tecnica della programmazione televisiva (Roma, Editori Laterza 2015); FIACCO A. M., Fare televisione. I format (Bari, Laterza 2013); GRIGNAFFINI G., I generi televisivi (Roma, Carrocci 2012); TAGGI P., Il DNA dei programmi Tv. Come scrivere e leggere l’intrattenimento Tv (Roma, Dino Audino Editore 2007); ECO U., L’innovazione nel seriale di ECO U. in Sugli Specchi e altri saggi (Bompiani, Milano 1985, pp. 125-145).

ORARIO

Primo semestre
Mercoledì14.30 - 17.15Aula CS2
 
8.30-9.159.30-10.1510.30-11.1511.30-12.1512.30-13.1514.30-15.1515.30-16.1516.30-17.15
LunLunedì
        
MarMartedì
        
MerMercoledì
        
GioGiovedì
        
VenVenerdì
        
SabSabato
        
DomDomenica