Versione BETA
Corso
Elenco corsi a.a. 2015/2016
Anno accademico 2015/2016

Pedagogia generale EB0610

5 ECTS
Docenti
Sede di Roma
Primo semestre

FINALITÀ

Il corso intende introdurre gli studenti nella problematica, nei concetti e nei metodi, sia di indagine sia operativi, relativi alla pratica educativa intesa nel suo significato più generale di aiuto alla crescita e allo sviluppo del benes¬sere fisico, psicologico, morale e spirituale dell’uomo. In particolare esso mira a far conoscere e approfondire alcuni dei metodi di lavoro più significativi per impostare, condurre e valutare l’azione educativa. Al termine del corso lo studente sarà in grado di: 1. Definire l’identità e il ruolo della Pedagogia, intesa come scienza pratico-progettuale. 2. Compren¬dere la natura della pratica educativa considerata come pratica umana sociale collaborativa, identificando la struttura e la dinamica fondamentale dell’agire educativo. 3. Definire il concetto di domanda educativa, prospettandone al¬cune dimensioni fondamentali ed illustrando alcuni metodi di analisi dei biso¬gni educativi dei giovani. 4. Identificare e organizzare gli elementi costitutivi di un processo di progettazione educativa, considerato come processo di solu¬zione di problemi, mettendone in evidenza la struttura e la dinamica. 5. Cono¬scere la natura e la funzione conoscitiva e operativa dei modelli già elaborati di pratica educativa. 6. Esporre i concetti di competenza, di obiettivo educa¬tivo e di itinerario pedagogico, esplicitandone il ruolo e i metodi di determina¬zione nel contesto di un’attività progettuale. 7. Analizzare e interpretare la pratica educativa sotto il profilo della metafora della conversazione, cogliendo in essa la centralità del dialogo tra educatore ed educandi ed esplicitandone le varie forme di attua¬zione. 8. Conoscere la natura, il ruolo e le forme di realiz¬zazione di una comu¬nità educativa, intesa come luogo di sviluppo della pratica conversazionale. 9. Descrivere i vari aspetti e ruoli del processo di valutazione educativa, indican¬done le polarità fondamentali, alcuni modelli operativi e di¬stinguendo tra va¬lutazione del progetto, valutazione dell’azione educativa e valutazione dei suoi risultati. 10. Conoscere le esigenze, gli obiettivi e le mo¬dalità di formazione degli educatori, e in particolare di quelli professionali.

ARGOMENTI

1. La Pedagogia come scienza pratico-progettuale. 2. Pratiche umane so¬ciali e pratiche educative. 3. Azione umana e azione educativa. 4. Progettare l'azione educativa. 5. Le dimensioni della domanda educativa. 6. Modelli di pratica edu¬cativa. 7. Obiettivi, competenze, itinerario educativo. 8. La pratica educativa come conversazione. 9. La comunità - luogo della conversazione educativa. 10. Le forme della conversazione educativa. 11. La valutazione: dei e nei progetti educativi; dell’azione e dei risultati. 12. La formazione degli educatori.

TESTI

PELLEREY M.- GRZĄDZIEL D., Educare. Per una pedagogia intesa come scienza pratico-progettuale (Roma, LAS 2011); GRZĄDZIEL D., Alla ricerca dell’identità della pedagogia, «Orientamenti Pedagogici», vol. 58, n. 3, 505-524; GRZĄDZIEL D., Educare il carattere. Per una pratica educativa teoricamente fondata (Roma, LAS 2014); CAMBI F.-GIOSI F.-MARIANI A.-SARSINI D., Pedagogia Generale. Identità, percorsi, funzione (Roma, Carozzi 2009); POLLO M, Manuale di peda¬gogia generale. Fondamenti di una pedagogia culturale dell’anima (Milano, Angeli 2008); BELLATALLA L.-GENOVESI G., Scienza dell'educazione: questioni di fondo (Firenze, Le Monnier 2006); BERTAGNA G., Avvio alla riflessione pedagogica: ra¬zionalità classica e te¬oria dell'educazione (Brescia, La Scuola 2000); GENNARI M., Trattato di Pedagogia Gene¬rale (Milano, Bompiani 2006); MASSA R.-DEMETRIO D., Istituzioni di pedagogia e scienze dell'educazione (Bari-Roma, Laterza 1990); TAROZZI M., Pedagogia generale : storie, idee, protagonisti (Milano, Guerini 2001); BRUNER J., The Culture of Education (Cambridge, Harvard University Press 1996); ID., La cultura dell'e¬ducazione (Milano, Feltrinelli 1997); BREZINKA W., Morale ed educazione (Roma, Armando 1994); DEWEY J., Il mio credo pe¬dagogico (Firenze, La Nuova Italia 1954); ID., Come pensiamo (Firenze, La Nuova Italia 1961); ID., Esperienza e educazione (Firenze, La Nuova Italia 1996); ID., Le fonti di una scienza dell’educazione (Firenze, La Nuova Italia 1996); CHIOSSO G., Sperare nell'uomo : Giussani, Morin, Ma¬cIntyre e la questione educa¬tiva, (Torino, SEI 2009); RIVOLTELLA P.C., Nativi digitali, me¬dia e nuove tecnologie, in: G. CHIOSSO, Luoghi e pratiche dell’educazione (Milano, Mondadori 2009) 87-105; COTTINI G.P., La dimensione antropologica del progetto, in: L. SANICOLA-G. TRAVISI, Il Progetto, metodi e strumenti per l’azione sociale (Napoli, Liguori 2003) 21-43; MARIANI A., Venticinque saggi di pedagogia (Milano, Angeli 2011); BALDACCI M., Trattato di pedagogia generale (Roma, Carocci 2012); BALDACCI M., La pedagogia come attività razionale (Roma, Editori Riuniti University Press 2007); CHISTOLINI S., Pedagogia generale. Insegnamento, scienza, disciplina (Milano, Angeli 2013); MARI G.-MINICHIELLO G.-XODO C., Pedagogia generale per l’insegnamento nel corso di laurea in Scienze dell’educazione (Brescia, La Scuola 2014); BURZA V.-CHISTOLINI S.-SANDRONE BOSCARINO G., Pedagogia generale per l’insegnamento nel corso di laurea in Scienze della formazione primaria (Brescia, La Scuola 2014).