Corso
Elenco corsi a.a. 2013/2014
Anno accademico 2013/2014

Pedagogia speciale EB0810

5 ECTS
Docente
Sede di Roma
Primo semestre

FINALITÀ

Scopo del corso è quello di familiarizzare con le diverse situazioni di di¬sabilità attraverso un approccio relazionale, per costruire un intervento educativo congruente e un progetto di vita significativo.

ARGOMENTI

Al termine del corso lo studente: - Conoscerà le premesse metodologiche per sviluppare la prospettiva inclusiva delle persone con disabilità - Conoscerà le differenze fra deficit ed handicap, la logica delle buone prassi e le linee metodologiche per impostare un progetto di vita secondo la prospettiva inclu¬siva - Conoscerà i principali presupposti culturali e teorici sottesi alla prospet¬tiva inclusiva - Conoscerà i principali sistemi di classificazione promossi dall’OMS per la costruzione di un Progetto di Vita in relazione alle caratteri¬stiche originali della persona con disabilità e del contesto di appartenenza. I contenuti del corso sono articolati in moduli e il percorso è scandito in unità didattiche: 1. Identità della pedagogia speciale e le attuali linee di ri¬cerca. 2. Il progetto di vita della persona con disabilità (esperienza del limite, significato di cura, pensare adulto). 3. Il disabile e i servizi socio-sanitari (Diagnosi Funzionale, Profilo Dinamico Funzionale, Progetto di vita). 4. Il di¬sabile e la famiglia (famiglia, fratelli, sessualità). 5. Il disabile e la scuola (Piano Educativo Individuale, Piano dell’Offerta Formativa, Insegnante di so¬stegno). 6. Il disabile e l’inclusione lavorativa. 7. Il disabile e il tempo libero (turismo, sport, volontariato, etc…). 8. Alunni con disabilità, figli di migranti (questioni educative, approcci culturali, prospettive inclusive). Metodi didattici. Il metodo didattico comporterà: lezioni, analisi dei casi, esercitazioni. Valutazione. Lo studente dovrà elaborare un portfolio personale (relazioni scritte, progetti impostati e/o realizzati, disegni e grafici, lavori di gruppo e in¬dividuali, registrazioni sonore di presentazioni pubbliche o discussioni in pic¬colo gruppo, osservazioni sistematiche, schede di autovalutazione, riprese vi¬deo) che documenti il percorso fatto durante il semestre evidenziando le com¬petenze acquisite.

TESTI

BORTOLOTTI E., Percorsi inclusivi per la disabilità. Temi, problemi e opportunità (Roma, Aracne 2012); CALDIN R., Alunni con disabilità, figli di migranti. Approcci culturali, que¬stioni educa¬tive, prospettive inclusive (Napoli, Luguori 2012); CICCANI P., Pregiudizi e di¬sabilità. Individua¬zione di strategie educative per l’elaborazione e il superamento del pre¬giudizio (Roma, Ar¬mando 2008); GASPARI P., Aver cura. Pedagogia speciale e territori di confine (Milano, Guerini 2009); IANES D.-CRAMEROTTI S., Il Piano Educativo Individualiz¬zato, Progetto di vita Vol. I e II (Trento, Erickson 2009); DETTORI F., Perdersi e ritrovarsi. Una lettura pedagogica della disabi¬lità in età adulta (Milano, Angeli 22013); GIORGINI C., Integrare i disabili nel mondo del lavoro. Problemi culturali. Fonti giuridiche. Ostacoli so¬ciali (Roma, LAS 2010); LO SAPIO G., Manuale sulla disabilità. Dai bisogni educativi spe¬ciali ai programmi di integrazione scolastica (Roma, Armando 2012); MARTINAZZOLI C., Quando gli alunni con disabilità provengono da contesti migratori (Milano, Angeli 2012); MEDEGHINI R. et alii, Disability studies, emancipazione, inclu¬sione scolastica e sociale, cittadinanza (Trento, Erickson 2013); ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITÁ, Classi¬ficazione Internazionale del funzionamento, della Disabilità e della Salute (Trento, Eri¬ckson 2002); PAVONE M., Dall’esclusione all’inclusione (Milano, Mondadori 2010); STASOLLA F., ICF e PEI nelle disabilità dello sviluppo (Libellula edizioni 2013); TOIA S., La di¬sabilità normalizzata. La quotidianità del lavoro (Firenze, Aldenia 2012); VIVALDI E. (a cura), Disabilità e sussidiarietà. Il “dopo di noi” tra regole e buone prassi (Bologna, Il Mulino 2012); ZANICHELLI M., Persone prima che disabili. Una riflessione sull’handicap tra giustizia ed etica (Brescia, Queriniana 2012).