Corso
Elenco corsi a.a. 2019/2020
Anno accademico 2019/2020

Psicologia dei processi di apprendimento EB1326

5 ECTS
Docente
Sede di Roma
Primo semestre

FINALITÀ

Dopo un’analisi generale dei processi di apprendimento, il corso approfondisce l’acquisizione della lettura, della scrittura e del calcolo nello sviluppo tipico. In particolare, tratta la costruzione delle conoscenze sul sistema di scrittura e sul sistema dei numeri (literacy e numeracy), con comparazioni di tipo cross-linguistico e cross-culturale, e l’acquisizione delle conoscenze scientifiche a partire dalle teorie intuitive dei bambini. Al termine del corso lo studente sarà in grado di: - illustrare le molteplici dimensioni del costrutto teorico di apprendimento - descrivere e spiegare i percorsi tipici di sviluppo-apprendimento della lettura e della scrittura; - de-scrivere e spiegare i percorsi tipici di sviluppo-apprendimento del calcolo; - conoscere strumenti di valutazione delle conoscenze sul sistema di scrittura e sul sistema dei numeri; - analizzare pratiche e ambienti (scolastici e familiari) in grado di sostenere i processi di literacy e numeracy; - descrivere e spiegare l’acquisizione e il cambiamento concettuale in alcuni domini conoscitivi.

ARGOMENTI

A) Apprendimenti. 1. “Fish is a fish”: la metafora di Lionni. 2. Che cosa significa “apprendere” fuori e dentro i contesti dell’istruzione. 3. Apprendimento implicito. 3.1. Statistical Learning. 3.2. Rule Learning. 3.3. Categorizzazione. 4. Apprendimento esplicito: il modello di ri-descrizione rappresentazionale. 5. Equilibrazione cognitiva e assetto attentivo-esecutivo. 6. L’integrazione di processi cognitivi, motivaziona1i e emotivi. 7. Apprendimento e cambiamento cerebrale: vincoli neurobiologici e interazione con l’ambiente. B) Il sistema di scrittura. 1. Oralità e scrittura. 2. I bambini di fronte al lin¬guaggio scritto: la concettualizzazione del sistema di scrittura. 2.1. Apprendimenti impliciti. 2.2. Evoluzione degli schemi concettuali della lettura. 2.3. Come rilevare le idee dei bambini sulla lettura. 2.4. Come valutare le competenze dei pre-lettori. 2.5. Come rac-cogliere e analizzare le scritture spontanee dei bambini. 2.6. Come promuo¬vere le ipotesi sul sistema di scrittura attraverso l’interazione in piccolo gruppo. 2.7. Ruolo e strategie discorsive dell’adulto. 2.8. L’alfabetizzazione emergente in un mondo digitalizzato. 3. Il confronto fra sistemi di scrittura: come analizzare le produzioni scritte dei bambini bilingui. 4. L’apprendimento della lettura e della scrittura: prime fasi dell’apprendimento esplicito. 4.1. Modelli evolutivi. 4.2. Differenze individuali. 4.3. Il cervello impara a leggere. 5. Apprendere a leggere e a scrivere in diversi contesti linguistico-culturali. 5.1. Ambienti deprivati e alfabetizzazione. 5.2. Ricerche in alcuni Paesi dell’Africa, dell’Asia e dell’America Latina. C) Il sistema dei numeri. 1. I sistemi di notazione numerica. 2. Rappresen¬tare e manipolare le quantità. 3. Lo sviluppo della cognizione numerica. 3.1. L’ “errore” di Piaget. 3.2. Un neonato “matematico”. 3.3. Enumerazione e conteggio. 3.4. Lo sviluppo del calcolo. 4. Aspetti applicativi. 4.1. Come rilevare le idee dei bambini sui numeri. 4.2. Come valutare enume¬razione, conteggio, conoscenza del sistema numerico, operazioni logiche, abi¬lità di calcolo e stima numerica. 5. Potenziare la cognizione numerica da 18 a 36 mesi a casa e al nido. 6. Come promuovere le ipotesi sui sistemi di notazione attraverso at¬tività di piccolo gruppo. 7. Differenze individuali e apprendimento del calcolo. 8. Apprendere numeri e calcolo in differenti contesti linguistico-culturali. 8.1. Competenze aritmetiche nei bambini non scolarizzati. 8.2. Variazioni culturali nell’aritmetica tra i bambini scolarizzati. 8.3. Difficoltà scolastiche e “matema¬tica da strada”. 8.4. Ricerche in alcuni Paesi dell’Africa, dell’Asia e dell’America Latina. D) Dalle teorie intuitive alle conoscenze scientifiche. 1. Astronomia intuitiva. 2. Fisica intuitiva. 3. Biologia intuitiva. 4. Inibizione, teorie intuitive e conoscenze scientifiche. 5. La valutazione diagnostica delle conoscenze. 6. Cambiamento concettuale. 6.1. Modelli teorici del cambiamento concettuale. 6.2. Ambienti e pratiche che promuovono il cambiamento concettuale.

TESTI

1. THE NATIONAL ACADEMIES OF SCIENCES, ENGINEERING AND MEDECINE, Come apprendiamo. Discenti, contesti e culture (Roma, LAS 2019); 2. PASCUCCI M., Come scrivono i bambini. Primi incontri con la lingua scritta (Roma, Ca¬rocci 2005); 3. LUCANGELI D. ET AL., Lo sviluppo dell’intelligenza numerica (Roma, Carocci 2007); 4. ARFE B., MASON L., Il contributo dell’approccio neurocostruttivista alla comprensione e promozione dei processi di apprendimento (in: E. VALENZA-C. TURATI, Promuovere lo sviluppo della mente) (Bologna, Il Mulino 2019). Per approfondire: ROSSI F.-PONTECORVO C., Prima alfabetizzazione (Valore Italiano 2017); FERREIRO E. Alfabetizzazione (Milano, Raffaello 2000); BUTTERWORTH B., Numeri e calcolo (Trento, Erickson 2011); KARMILOFF-SMITH A., Oltre la mente modulare. Una prospettiva evolutiva sulla scienza cognitiva (Bologna, Il Mulino 1995); FERREIRO E., Los ninos piensan sobre la escritura (Buenos Aires, Siglo XXI Editores Argentina 2003); FAYOL M., L’acquisition de l’écrit (Paris, Presses Universitarie de France 2013); FAYOL M., L’acquisition du nombre (Paris, Presses Universitarie de France 2013); CZERNIEWSKA P., Learning about writing (Oxford, Blackwell 1992); HUGHES M., Children and Numbers (Oxford, Blackwell 1997); DEHAENE S., Il pallino della matematica (Milano, Raffaello 2010); DEHAENE S., I neuroni della lettura (Milano, Raffaello 2009); BUTTERWORTH B., Intelligenza matematica (Milano, Rizzoli 1999); DEHAENE S., Apprendre à lire. Des Sciences cognitives à la salle de classe (Paris, Odile Jacob 2011).

NOTE

Metodi didattici: Nel percorso didattico si alterneranno lezioni frontali e attività di piccolo gruppo. Mediante l’analisi di materiale-video, verrà data la possibilità sia di familiarizzare con diverse metodologie di valu¬tazione, sia di conoscere attività di intervento e potenziamento. Per la tematica trattata il Corso EB1326- Psicologia dei processi di apprendimento è propedeu¬tico al Corso EB1327 – Psicologia dei disturbi dell’apprendimento.