Versione BETA
Corso
Elenco corsi a.a. 2017/2018
Anno accademico 2017/2018

Seminario di didattica V EB1341

5 ECTS
Docente
Sede di Roma
Secondo semestre

FINALITÀ

Finalità: Il seminario introduce il contributo delle neuroscienze cognitive alle pratiche educative e didattiche, approfondendo in modo particolare il ruolo e l’influenza dell’emozione nei processi di insegnamento-apprendimento. Obiettivi: Al termine del seminario lo studente sarà in grado di: - definire concetti teorici di base; - descrivere i risultati di ricerche su temi fondamentali: memoria e apprendimento, memoria di lavoro e intelligenza, creatività e immaginazione, emozione e apprendimento, motivazione e apprendimento, linguaggio e alfabetizzazione, cognizione numerica e matematica; - discutere applicazioni educative e implicazioni per il lavoro didattico nella classe scolastica.

ARGOMENTI

Educazione e Neuroscienze a) Studiare il cervello che apprende. 1. Relazioni tra sviluppo del cervello e sviluppo cognitivo. 2. Prospettive e misinforma¬zioni sul contributo delle neuroscienze al campo educativo-didattico. b) Insegnare al cervello che apprende. 1. Analisi critica di alcuni contributi di ricerca. 2. Apprendimento e memoria. 3. Memoria di lavoro e intelligenza. 4. Creatività e immaginazione. 5. Linguaggio e alfabetismo. 6. La competenza numerica e matematica. 7. Emozioni e apprendimento. 8. Emozione. 8.1. Funzione evolutiva delle emozioni. 8.2. Ruolo delle emozioni nell’apprendimento. 8.3. Socializzazione, emozione e motivazione. c) Neuroscienze educative. 1. Applicazioni alla classe scolastica di alcuni dati della ricerca neuroscientifica. 2. Studi di caso. 3. Percorsi didattici. Metodi didattici: Il percorso didattico prevede letture di articoli scientifici e di capitoli di testi segnalati nella bibliografia di riferimento. Il seminario si collega al Corso EB 1324 - Differenze e disturbi dell’ap¬prendimento e al Corso EB 2422 - Neuropsicologia dello sviluppo come ampliamento dell’offerta formativa in ambiti della conoscenza utili a insegnanti e psicologi.

TESTI

1. Dispense a cura del Professore; 2. GEAKE J.G., Il cervello a scuola. Neuroscienze e educazione tra verità e falsi miti (Trento, Erickson, 2016). Per approfondire: DELLA SALA S. (a cura), Le neuroscienze a scuola. Il buono, il brutto, cattivo (Firenze, Giunti 2016); IMMORDINO-YANG M.H., Neuroscienze affettive ed educazione. (Milano, Raffaello Cortina 2017); OLIVERIO A., Il cervello che impara. Neuropedagogia dall’infanzia alla vecchiaia (Firenze, Giunti 2017); DI NUOVO S., Prigionieri delle neuroscienze? (Firenze, Giunti 2014); RIVOLTELLA P.C., Neurodidattica. Insegnare al cervello che apprende (Milano, Raffaello Cortina 2012); TOSCANI P., Apprendere avec le neurosciences (Lyon, Cronique Sociale 2013); TOSCANI P., Les neurosciences au coeur de la classe (Lyon, Cronique Sociale 2014); EUSTACHE F.-BÉRENGÈRE G-G., La neuroéducation (Paris, Odile Jacob 2016); VINCENT V-D., Le cerveau expliqué à mon petit-fils (Seuil, 2016); DELLA SALA S.-ANDERSON M., Neuroscience in Education (Oxford, Oxford University Press 2013); OLIVIERI D., Le radici neurocognitive dell’apprendimento scolastico (Milano, Angeli 2014).