Corso
Elenco corsi a.a. 2011/2012
Anno accademico 2011/2012

Neuropsicologia e psicofarmacologia EB2423

5 ECTS
Docenti
Sede di Roma
Primo semestre

ARGOMENTI

Il modulo di Neuropsicologia si propone di fornire conoscenze di base sull’approccio neuropsicologico ai disturbi dello sviluppo, in particolare ai disturbi dello spettro autistico. Si articola nei seguenti nuclei tematici: a) Neuropsicologia e sviluppo. 1. Neuropsicologia e neuropsicologia dello sviluppo: oggetto e metodi di indagine. 2. Maturazione cerebrale, plasticità, lateralizzazione e localizzazione delle funzioni cognitive 3. Sviluppo delle funzioni cognitive. 3.1. Linguaggio. 3.2. Memoria. 3.3. Attenzione e funzioni esecutive. 3.4. Abilità visuo-spaziali e visuo-costruttive. 3.5. Emozione e cognizione sociale. 4. Disturbi evolutivi delle funzioni cognitive. b) Approccio neuropsicologico ai Disturbi dello Spettro Autistico. 1. Disturbi dello spettro autistico (ASD). 2. Autismo. 2.1. Eziopatogenesi. 2.2. Caratteristiche cliniche. 2.3. Profili intellettivi: compromissioni generali, abilità isolate e savant skills. 2.4. Il cervello nell’autismo. 2.5. Funzioni cognitive nell’autismo: linguaggio, attenzione e funzioni esecutive, memoria, percezione, abilità visuo-spaziali e visuo-costruttive, emozione e cognizione sociale. 2.6. Modelli interpretativi del funzionamento mentale autistico: prospettiva dominio-specifica e prospettiva dominio-generale. 2.7. Deficit di teoria della mente. 2.8. Deficit delle funzioni esecutive. 2.9. Deficit di coerenza centrale. 3. Relazioni tra deficit cognitivi nello spettro autistico. 4. DPS-NAS. 4.1. Eziopatogenesi. 4.2. Profilo neurocognitivo. 5. Disturbo di Asperger. 5.1. Eziopatogenesi. 5.2. Profilo neurocognitivo. 6. Cenni su Sindrome di Rett e Disturbo disintegrativo della fanciullezza. 7. Dalla valutazione all’intervento. 7.1. Strumenti di screening e di diagnosi: SCQ, SRS, ADOS, ADI-R. 7.2. Valutazione neuropsicologica. 8. La presa in carico e le tipologie di intervento. 8.1. Riabilitazione neuropsicologica. 8.2. Social skills training e tecniche riabilitative. Mediante l’analisi guidata di materiale video e attraverso sessioni di discussione di casi clinici esemplari verrà promossa l’integrazione tra gli aspetti teorici ed applicativi che sono oggetto del modulo. Al termine, lo studente dovrà essere in grado di: 1) definire le funzioni cognitive e descrivere almeno due test che le valutano (in che cosa consiste il compito del test, come si attribuisce il punteggio, quali osservazioni qualitative possono aggiungersi alla valutazione psicometrica fornita confrontando il punteggio con i dati normativi); 2) inquadrare sul piano teorico e clinico i disturbi neuropsicologici dello sviluppo; 3) ricavare informazioni dall’osservazione di bambini con ASD e scrivere resoconti utilizzando un lessico specialistico.

TESTI

Dispense a cura del Professore; PIZZAMIGLIO M.R.-PICCARDI L.-ZOTTI A., I disturbi dello spettro autistico. Definizione, valutazione e riabilitazione in neuropsicologia (Milano, Angeli 2007); VICARI S.-CASELLI M.C. (a cura), Neuropsicologia dello sviluppo. Normalità e patologia (Bologna, Il Mulino 2010); GROSSI D.-TROJANO L., Lineamenti di neuropsicologia clinica (Roma, Carocci 2011); VIVANTI G., La mente autistica (Torino, Omega 2011). Per approfondire: ANDERSON V. et Alii, Developmental Neuropsychology. A clinical approach (New York, Psychology Press 2003); LUSSIER F.-FLESSAS J., Neuropsychologie de l’enfant (Paris, Dunod 2005); PORTELLANO J.A., Neuropsicología infantil (Madrid, Editorial Sintesis 2008); MELOGNO S. et Alii, La métaphore chez les enfants avec Troubles Envahissants du Développement Non Spécifiés. Etude d’un cas clinique, in: Neuropsychiatrie de l’enfance et de l’adolescence (2011) 41-47.