Versione BETA
Corso
Elenco corsi
Anno accademico 2020/2021

Valutazione qualitativa e d'impatto nei servizi e negli interventi socio-educativi EC0422

5 ECTS
Docente
Curricolo
Pedagogia sociale
Sede di Roma
Secondo semestre
Giovedì8.30 - 11.15Aula E12

FINALITÀ

Il corso, a partire da una ricognizione critica-comparata dei diversi modelli di valutazione dell’impatto educativo (qualitativa e quantitativa), intende formare il futuro pedagogista a valutare il lavoro educativo, negli interventi e nei servizi. Un intervento o un servizio educativo richiede sempre la necessità di misurare e valutare gli effetti ottenuti in correlazione ai vari imput trasmessi, di misurare gli effetti del lavoro educativo sui destinatari, risultati attesi o non attesi, raggiunti o non raggiunti. La logica del lavoro fa rifermento all’approccio educativo progettuale, che all’interno del processo educativo valuta gli effetti a partire dal paradigma della Qualità della Vita, differenziandosi quindi da una valutazione “medica” che invece è di tipo statico ed è legata ad una sintomatologia specifica.

ARGOMENTI

1.Monitoraggio e valutazione negli interventi educativi progettuali: introduzione del paradigma della valutazione dell’impatto all’interno dei processi educativi (interventi e servizi); 2. Modalità e stili di valutazione del lavoro educativo: introduzione della valutazione all’interno di varie metodologie o approcci educativi, in riferimento al modello della promozione integrale della persona; 3. La valutazione degli interventi educativi individuali: la valutazione degli interventi educativi individuali, dalla valutazione della logica degli interventi alla misurazione quantitativa degli effetti; 4. Paradigmi e parametri della valutazione educativa: introduzione della valutazione della Qualità della Vita (ICF, ICF-CY, meta-modello di Schalock e Verdugo); 5. Le codifiche internazionali degli indicatori valutativi e relativa individuazione dei descrittori e degli indicatori: a partire dagli otto domini di Qualità della Vita del meta-modello di Schalock e Verdugo e dalle aree di funzionamento del modello ICF sono stati individuati una serie di indicatori, ovvero percezioni, comportamenti e condizioni che li definiscono da un punto di vista operativo e la cui misurazione consente di valutare gli esiti personali e di individuare il «bisogno di sostegno», inteso come percezione soggettiva e oggettiva di mancanza di qualità della vita 6. Allestimento ed uso della strumentazione valutativa: introduzione del software “Matrici Ecologiche” per la valutazione dell’impatto educativo nell’ottica della Qualità di Vita 7. Procedure e pianificazione del monitoraggio e della valutazione: esercitazioni in piccolo gruppo per l’utilizzo di procedure idonee a valutare gli interventi e i servizi educativi; 8 Modalità e metodi dell’elaborazione dei dati valutativi: elaborazione statistica dei dati quantitativi ed elaborazione qualitativa dei report educativi (la relazione come strumento educativo professionale in ambito qualitativo); 9. Allestimento ed uso della rappresentazione valutativa: la rappresentazione dei dati per la testimonianza dei risultati ottenuti in un intervento e/o servizio educativo; 10. Potenziamento e sviluppo delle competenze valutative: la formazione continua del pedagogista rispetto al potenziamento delle competenze valutative e ai vari modelli di valutazione dell’impatto. 11. Analisi ed osservazione sociale, funzionale e storica dei compendi valutativi: studio critico dei paradigmi scientifici attuali per la valutazione dell’impatto educativo.

TESTI

OMS (2001), ICF, Classificazione Internazionale del Funzionamento, delle Disabilità e della Salute, Trento, Erickson. 2001; SCHALOCK R. L. - M. A. VERDUGO, Handbook on quality of life for human service practitioners, WASHINGTON DC, 2002; SCHALOCK R. L, The mesurement of quality of life-related personal outcomes, in R. KOBER (A CURA DI), Enhanching the quality of life of people with intellectual disabilities, Springer, 2010; ANFFAS ONLUS, Progettare qualità della vita. Report conclusivo e risultati progetto di ricerca “Strumenti verso l’inclusione sociale matrici ecologiche e progetto individuale di vita per adulti con disabilità intellettive e/o evolutive”, Roma, 2015; BAIO V., La funzione degli educatori all’Antenna, in B. De Hallaux (a cura di), Qualcosa da dire al bambino autistico, Borla, Roma, 2011.CROCE L., M. LOMBARDI - F. DI COSIMO, Il progetto di vita delle Persone con disabilità intellettive/evolutive: dal piano individualizzato dei sostegni al miglioramento della qualità di vita, in “Consultori Familiari Oggi”, vol. 21, 2014, pp. 58-78; EGGE M., La cura del bambino autistico, Astrolabio, Roma 2006;

ORARIO

Secondo semestre
Giovedì8.30 - 11.15Aula E12
 
8.30-9.159.30-10.1510.30-11.1511.30-12.1512.30-13.1514.30-15.1515.30-16.1516.30-17.15
LunLunedì
        
MarMartedì
        
MerMercoledì
        
GioGiovedì
        
VenVenerdì
        
SabSabato
        
DomDomenica