Corso
Elenco corsi a.a. 2014/2015
Anno accademico 2014/2015

Nozioni fondamentali di Liturgia, Anno liturgico e Liturgia delle Ore TA1610

5 ECTS
Docenti
Sede di Roma
Primo semestre

FINALITÀ

Nel primo ciclo istituzionale il corso risponde all’obiettivo di introdurre alla realtà e alle problematiche essenziali del culto, delle sue forme storiche e del suo ruolo nella vita della Chiesa di sempre. La proposta formativa e lo studio personale sono orientati a partire da un accostamento di documenti ed esperienze per giungere ad una conoscenza teologica, pastorale e spirituale delle forme della preghiera cristiana. Tre sono gli ambiti che devono essere presi in considerazione sia nelle lezioni frontali che nella ricerca e nello studio personale.

ARGOMENTI

1. Nozioni fondamentali di Liturgia – Il percorso per un’introduzione al mondo della Liturgia comprende: a) la conoscenza della Sacrosanctum Concilium e dei principali documenti conciliari e postconciliari che permettono di conoscere il culto cristiano e la sua importanza nella prassi ecclesiale; b) il significato e il ruolo del libro liturgico in ordine alla celebrazione e alla vita del fedele; c) un accenno alla storia della liturgia secondo le epoche culturali, con particolare riferimento al movimento liturgico; d) una prima conoscenza delle liturgie orientali e occidentali; e) la celebrazione, con i suoi contenuti, attori e linguaggi; f) l'assemblea liturgica; g) una prima conoscenza delle problematiche relative alla pietà popolare. 2. Anno liturgico – A partire dal fondamento biblico-teologico del rapporto tra tempo e storia della salvezza, lo studio si concentra su questi temi: a) la domenica nella storia, nella teologia e nella pastorale; b) la Pasqua e il tempo “pasquale” e quello “natalizio”; c) l’annuncio e la celebrazione della Parola di Dio nei tempi “forti”; d) il tempo “ordinario”; e) il culto alla Vergine Maria e ai Santi. 3. Liturgia delle Ore – L’offerta formativa si concentra su questi argomenti: a) la Liturgia delle ore nella Bibbia e nella vita della Chiesa; b) l’esame della Laudis Canticum e dei Principi e norme per la Liturgia delle Ore; c) la teologia e la pedagogia della preghiera della Chiesa.

TESTI

I. Per le lezioni frontali e come traccia per lo studio personale è a disposizione una Dispensa del Professore. All'inizio viene ripostata la bibliografia per completare il percorso formativo. Il principale riferimento è comunque ai contenuti del Dizionario di Liturgia, ed. a cura di D. SARTORE-A.M. TRIACCA-C. CIBIEN (Cinisello Balsamo, San Paolo 2001), e ad alcuni contributi del Dizionario di omiletica, a cura di M. SODI-A.M. TRIACCA (Leumann-Gorle, LDC-Velar 2002). Una peculiare attenzione va rivolta, soprattutto nello studio personale, ai principali Documenti del Magistero (segnalati a suo luogo), sulla cui conoscenza saranno compiute le opportune verifiche. II. ADAM A., Corso di Liturgia (Brescia, Queriniana 1988); ID., L'Anno liturgico. Celebrazione del Mistero di Cristo (Leumann, LDC 1984); DELLA TORRE L.-SARTORE D.-SOTTOCORNOLA F. et alii, Nelle vostre assemblee. Teologia pastorale delle celebrazioni liturgiche (Brescia, Queriniana 1984-1986); KUNZLER M., La liturgia della Chiesa, Amateca 10 (Milano, Jaca Book 1996); MARSILI S. (a cura), La liturgia, momento storico della salvezza, Anamnesis, I, (Casale, Marietti 1979); MARTIMORT A.G. (a cura), La Chiesa in preghiera. Introduzione alla liturgia, 4 voll. (Brescia, Queriniana 1084-1987).