prouniversitate logo8204 

 L’Associazione Pro Universitate Don Bosco

si ispira alla promozione del progetto educativo di San Giovanni Bosco,

come applicato nel contesto culturale, sociale e di studi dell’Università Pontificia Salesiana. 

Newsletter

Iscriviti alla newsletter, conoscerai le attività dell'UPS.
Privacy e Termini di Utilizzo

Braido(Roma, 11 novembre 2014) - La comunità religiosa della Visitatoria salesiana Maria Sede della Sapienza e la comunità accademica dell’UPS annunciano la morte del prof. don Pietro Braido, salesiano di Don Bosco, avvenuta alle ore 20.30 di oggi, martedì 11 novembre 2014.

Don Braido era ospite dell’infermeria della Visitatoria UPS già da tempo, accudito dalle amorevoli premure delle suore dei Sacri Cuori e dalle attenzioni dei confratelli della comunità San Francesco di Sales di cui faceva parte, che soprattutto in questo suo ultimo aggravamento non lo hanno mai lasciato da solo.

Don Braido aveva compiuto 95 anni lo scorso 12 settembre. Era nato a Conegliano Veneto (Treviso) nel 1919.  Entrato in noviziato, emise la prima professione religiosa a Este (Padova) il 22 agosto del 1936. Il 16 agosto del 1942 si lega per sempre alla congregazione dei salesiani di Don Bosco con i voti della professione perpetua a Villa Moglia (Torino). A Torino diventa sacerdote il 6 luglio del 1947.

Il suo nome è legato strettamente a Don Bosco e all’Università Salesiana. Dire “Don Bosco educatore” è infatti dire don Braido. Tanti sono i “capolavori” confezionati dalla sua intelligenza fertile e instancabile che si è totalmente dedicata all’approfondimento della figura di Don Bosco e della sua pedagogia in particolare, oltre che della sua spiritualità. La Congregazione tutta gli riconosce questo grande merito.

Il nome di don Braido è poi strettamente legato all’Università Pontificia Salesiana. Dal 1940, viene istituito all’interno della Facoltà di Filosofia di Torino-Rebaudengo un Istituto di Pedagogia guidato da don Carlos Leôncio da Silva che dal 1940 al 1952 ne fu direttore. Dal 1956 l’Istituto Superiore di Pedagogia poté conferire i gradi accademici in scienze pedagogiche e diplomi in pedagogia, didattica, catechetica e psicologia. Don Braido fu uno dei pionieri accanto a don Leôncio da Silva. Dagli inizi degli anni ’50 l’Istituto crebbe in qualità ed estensione, grazie appunto a don Braido che coordinò un gruppo di giovani salesiani professori come don Luigi Calonghi, don Vincenzo Sinistrero, don Gino Corallo, don Pietro Gianola, don Pier Giorgio Grasso ed altri c professori e collaboratori che proseguirono l’opera sino a farla diventare Facoltà di Scienze dell’Educazione alla quale si sono formati schiere di salesiani e FMA di tutto il mondo.

Don Braido è anche all’origine della rivista Orientamenti Pedagogici che proprio alla fine del mese di ottobre ha celebrato il suo sessantesimo di pubblicazione con un Convegno dal titolo “Educare è orientare” che si ispirava al primo editoriale pubblicato sul primo numero della rivista, scritto a firma di don Pietro Braido.

Il trasferimento nel 1965 nella nuova attuale dell’Università di Roma-Nuovo Salario vide anche don Pietro tra i primi salesiani a rendere lustro alla nostra istituzione con il lavoro di ricerca serio, proficuo e di levatura altamente riconosciuta ad intra e ad extra della congregazione salesiana e del mondo accademico nazionale e internazionale. Servizio accademico che si concretizzò poi con la responsabilità di Rettore dal 1974 al 1977 e con la presidenza della Facoltà di Scienza della Educazione (quattro volte decano come nessun altro!); e servizio alla fraternità religiosa come direttore della comunità San Francesco di Sales per tre anni, dal 1992 al 1995.

Con don Braido scompare uno studioso e un maestro di salesianità straordinario, unico. Quest’anno Bicentenario della nascita di Don Bosco e 75° di fondazione dell’Università Salesiana, don Pietro lo celebrerà in pienezza “conoscendo” di persona, così come ci assicura la fede e l’essere religiosi salesiani, colui che per tanti anni ha appassionatamente studiato e “presentato”.

Domani, mercoledì 12 novembre, alle ore 21, nella Chiesa superiore dell’Università la preghiera del Rosario come suffragio. I funerali si svolgeranno probabilmente nella tarda mattinata di giovedì 13 novembre, sempre nella Chiesa superiore dell’UPS.

Recensioni

RICERCHE STORICHE SALESIANE

Don Bosco per l’alfabetizzazione dei giovani a metà secolo XIXVITO MAURIZIONel contesto del dibattito sulla scuola popolare in Piemonte nella prima metà dell’Ottocento ed in rapporto con alcune esperienze educative...

"ACCIO' CHE MEGLIO SIANO INTESI…

Il volume edita gli Atti dei tre sinodi celebrati da Mons. Giovanni Am-brogio Caccia, vescovo di Castro, diocesi del Patrimonio di San Pietro in Tuscia (oggi incorporata nella diocesi di...

DON BOSCO. STORIA E SPIRITO

Quest’opera è intitolata Don Bosco, storia e spirito. “Storia”, perché la vita e l’opera di don Bosco si sono svolte in un contesto di eventi da cui è scaturita una...

ORDO RATIONIS VIRTÙ E LEGGE. Studio sull…

Nel panorama attuale degli studi di morale tomista, questo testo costituisce per certi versi una novità. Assumendo come riferimento privilegiato l’esposizione della dottrina morale della Summa Theologiae, l’Autore mira a...

I SOGNI DI DON BOSCO Esperienza spiritua…

Il volume contiene una serie di saggi dedicati a studiare, con diversi approcci e da molteplici punti di vista, i sogni di don Bosco. Il tema ha molti motivi d’interesse...




(c) 2005-2014 Rome - UPS - All rights reserved | P.Iva 01091541001 | Powered by Joomla!®.