prouniversitate logo8204 

 L’Associazione Pro Universitate Don Bosco

si ispira alla promozione del progetto educativo di San Giovanni Bosco,

come applicato nel contesto culturale, sociale e di studi dell’Università Pontificia Salesiana. 

Newsletter

Iscriviti alla newsletter, conoscerai le attività dell'UPS.
Privacy e Termini di Utilizzo

Gatti 1(Roma, 7 gennaio 2014) - Alla vigilia del giorno in cui la Chiesa celebra l'Epifania del Cristo alle genti, il Signore ha chiamato a sé don Guido Gatti spentosi nella mattinata di domenica 5 gennaio 2014 presso la casa ispettoriale di Mestre dove era stato ricoverato per lo stato precario della sua salute. Ne danno annuncio le Comunità Salesiane di Mestre (VE) e Nave (BS), e le Ispettorie salesiane "San Marco" di Venezia e "San Carlo" di Milano, assieme ai nipoti e ai parenti tutti. Al loro si aggiunge il cordoglio dell'intera comunità accademica e religiosa dell'Università Pontificia Salesiana di Roma dove don Gatti ha vissuto e lavorato per oltre trent'anni.


Ripercorrendo gli anni della sua vita e della sua attività docente all'UPS, risalta il generoso e instancabile servizio sempre apprezzato da tutti nonostante le non sempre favorevoli condizioni di salute. Condizioni che non hanno impedito a don Gatti di coltivare con passione i suoi molteplici interessi culturali e di ottemperare con perseverante dedizione al lavoro di docente presso le facoltà in cui teneva i suoi corsi accademici.
Guido Gatti era nato a Besana in Brianza (Monza) il 15 agosto del 1932. Ancora ragazzo entra nella casa di aspirantato di Chiari nel 1942 restandovi sino al 1946. Ha seguito il regolare percorso di formazione iniziato a Montodine (CR) per l'anno di noviziato (1946) coronato con la prima professione religiosa nel 1947. Gli studi di filosofia presso lo studentato di Nave (1947-1950). Dal 1950 al 1952 il tirocinio presso la comunità di Treviglio (BG), e poi a Milano (1952-1953) e ancora Chiari (1953-1954).Dal 1954 al 1959 e a Torino-Crocetta per gli studi di teologia nell'allora Pontificio Ateneo Salesiano, che conclude con la licenza in teologia. Nel 1959 riceve l'ordinazione sacerdotale e si laurea in teologia sempre alla Crocetta (1962) con una tesi dal titolo "Giusto prezzo e monopoli. Elementi di una morale dello scambio in rapporto alle strutture di mercato". Consegue di seguito l'abilitazione in lettere (1965) mentre svolge con riconosciuta competenza, compiti di insegnamento e di animazione spirituale dei giovani, in qualità di catechista, prima a Milano e poi a Bologna.
È quindi destinato allo studentato teologico del Saval-Verona (1967), allora affiliato alla Facoltà di Teologia dell'UPS, dove per un decennio ha tenuto dei corsi di teologia morale. La sua docenza fu molto apprezzata al punto che fu invitato a tenere corsi della stessa disciplina teologica nello Studio Teologico di San Zeno di Verona, affiliato alla Pontificia Università Lateranense, e allo Studio Teologico San Bernardino della stessa città, affiliato al Pontificio Ateneo Antonianum di Roma. Nel 1977 don Guido viene chiamato a far parte del corpo docente della Facoltà di Teologia dell'UPS, dove ha insegnato teologia morale prima come docente aggiunto (1977-1981), poi come professore straordinario (1981-1986) e infine come professore ordinario (dal 1986). A questo lavoro di base si aggiunsero altri incarichi impegnativi: vicedecano della Facoltà, corsi di educazione morale nella FSE, nel Dipartimento di Pastorale Giovanile e Catechetica, nel¬l'ISCOS (l'attuale FSC) e corsi di teologia morale presso la Gregoriana, l'Alfonsianum e la Libera Università Maria SS. Assunta di Roma. L'anno del trasferimento all'UPS coincise anche con la partecipazione come delegato al Capitolo Generale della Congregazione Salesiana nel 1977-1978, mentre nel 1996 predicò il corso di esercizi spirituali al Capitolo Generale (1996). Molto richiesta e apprezzata è stata la sua consulenza presso il Consiglio della Segreteria Generale del Sinodo dei Vescovi, presso vari istituti religiosi maschili e femminili e numerose diocesi. All'UPS don Guido fece parte della comunità San Domenico Savio nella quale rimase sino al trasferimento a Nave (BS) nel 2009.
A tutto ciò si aggiunse un'intensa attività pubblicistica, comprendente oltre venti volumi da lui personalmente redatti e numerosi altri da lui curati o composti in collaborazione con altri autori. Spaziano su una ampia e complessa problematica morale e testimoniano una vasta conoscenza degli autori antichi e moderni, un'estesa competenza nei problemi di attualità, discussi con impegno, lucidità e acribia, una notevole capacità di sintesi e una lodevole espressione linguistica che rende la lettura gradita e scorrevole, un'intelligente adesione al magistero ecclesiale unita a una saggia presentazione della propria opinione plausibile e non di rado originale.
Il 2 luglio del 2001 il Gran Cancelliere e Rettor Maggiore della Società Salesiana, don Juan Edmundo Vecchi, gli concesse l'emeritato al raggiungimento del suo 70 compleanno continuando a insegnare sino al compimento dei 75 anni. Dopo 32 anni all'UPS, nel settembre del 2009, don Gatti accettò di ritornare alla sua ispettoria di origine, presso la comunità dello studentato filosofico di Nave, dove rimase per tre anni. Il suo stato di salute, divenuto nel frattempo più delicato, hanno suggerito il suo trasferimento alla casa di cura e di riposo Artemide Zatti di Venezia-Mestre dove è stato accudito sino al giorno del suo trapasso dalla comunità dei confratelli.
La comunità accademica insieme a quella religiosa rendono grazie a Dio per il dono di un docente e di un confratello di tale statura che le ha arricchite con il suo contributo intellettuale e soprattutto umano.
Don Guido Gatti si è spento all'età di 82 anni, 66 di professione religiosa e 54 di sacerdozio. Le esequie saranno celebrate mercoledì 8 gennaio alle ore 15.00 nella Chiesa Parrocchiale di Besana in Brianza.

Recensioni

RICERCHE STORICHE SALESIANE

Don Bosco per l’alfabetizzazione dei giovani a metà secolo XIXVITO MAURIZIONel contesto del dibattito sulla scuola popolare in Piemonte nella prima metà dell’Ottocento ed in rapporto con alcune esperienze educative...

"ACCIO' CHE MEGLIO SIANO INTESI…

Il volume edita gli Atti dei tre sinodi celebrati da Mons. Giovanni Am-brogio Caccia, vescovo di Castro, diocesi del Patrimonio di San Pietro in Tuscia (oggi incorporata nella diocesi di...

DON BOSCO. STORIA E SPIRITO

Quest’opera è intitolata Don Bosco, storia e spirito. “Storia”, perché la vita e l’opera di don Bosco si sono svolte in un contesto di eventi da cui è scaturita una...

ORDO RATIONIS VIRTÙ E LEGGE. Studio sull…

Nel panorama attuale degli studi di morale tomista, questo testo costituisce per certi versi una novità. Assumendo come riferimento privilegiato l’esposizione della dottrina morale della Summa Theologiae, l’Autore mira a...

I SOGNI DI DON BOSCO Esperienza spiritua…

Il volume contiene una serie di saggi dedicati a studiare, con diversi approcci e da molteplici punti di vista, i sogni di don Bosco. Il tema ha molti motivi d’interesse...




(c) 2005-2014 Rome - UPS - All rights reserved | P.Iva 01091541001 | Powered by Joomla!®.