prouniversitate logo8204 

 L’Associazione Pro Universitate Don Bosco

si ispira alla promozione del progetto educativo di San Giovanni Bosco,

come applicato nel contesto culturale, sociale e di studi dell’Università Pontificia Salesiana. 

Newsletter

Iscriviti alla newsletter, conoscerai le attività dell'UPS.
Privacy e Termini di Utilizzo

FareCulturaSlidePiccola(Roma, 3 agosto 2018) - Nell’augurare a tutti un sereno periodo estivo, l’Università Pontificia Salesiana è lieta di comunicare che il nuovo anno accademico 2018/2019, che sarà inaugurato ufficialmente giovedì 11 ottobre prossimo, avrà come tema generale: “Fare cultura, a servizio dei giovani, della Chiesa e della società”.

Seguono alcuni stralci dell’intervista dal titolo Dalla parte dei giovani. Le prospettive educative, il deficit culturale, la finanza etica rilasciata dal Rettore, prof. Mauro Mantovani, alla Rivista Città Nuova (Anno LXII, n. 8) per il numero del mese di agosto 2018 (pp. 70-72), in vista del prossimo Congresso di settembre all’UPS e dell’imminente Sinodo sui giovani.

Come salesiani quale strategia avete?

Il sistema educativo di don Bosco è fatto di ragione, religione e amorevolezza. Una ragione ben formata, per capire ciò che è bene e ciò che è male. Il vissuto di fede, che completa la persona nella sua apertura al trascendente. E infine l’amorevolezza: i giovani devono essere non solo amati, ma sapere di essere amati, per fare un’esperienza di reciprocità. Nelle nostre opere, dall’università agli oratori, fino al lavoro con i ragazzi di strada, si fa l’esperienza della “casa che accoglie”, luogo dove esprimere la propria fede, cortile dove incontrarsi tra amici, scuola che educa alla vita. Tutto questo si collega con quello che i giovani hanno chiesto nel pre-Sinodo: una Chiesa che sia casa, famiglia e luogo accogliente.

Il mondo degli adulti non aiuta…

Molti adulti hanno rinunciato ad essere generativi. Invece i giovani dovrebbero “vedere” che sposarsi e avere figli è qualcosa di bello. E incontrare persone che dimostrino che si può essere felici anche con la vocazione religiosa. Papa Francesco ripete: “Non fatevi rubare la speranza”. Il compito dell’educatore è essere un provocatore, da “pro-vocazione”: deve far venire fuori la chiamata ad andare oltre il banale e il superficiale. Appassionare significa provocare in positivo.

Le università pontificie possono collaborare meglio?

Nella costituzione apostolica Veritatis gaudium il papa indica 4 criteri fondamentali: approfondire cosa la rivelazione cristiana può offrire alle varie discipline; riscoprire l’unità del sapere; dialogare a tutto campo (non soltanto come strategia, ma anche come stile di vita e di pensiero); fare rete. Cerchiamo di farlo: a Roma ci sono 23 istituzioni ecclesiastiche che possono offrire un notevole apporto culturale.

In UPS trattate di finanza etica, perché?

Dietro la crisi c’è una dimensione antropologica: come si guarda all’uomo e alla sua responsabilità verso se stesso, gli altri, l’ambiente. Paolo VI diceva che il mondo soffre “per mancanza di pensiero”, Giovanni Paolo II sfidava il pensiero cristiano del terzo millennio a dare una visione integrata dei saperi; Benedetto XVI afferma che bisogna approfondire la relazione per capire cosa significa essere un’unica famiglia umana, mentre papa Francesco arriva a dire che serve “una rivoluzione culturale”. C’è bisogno di questa profondità per cogliere il significato della crisi finanziaria e il valore della finanza etica.

Perché un Congresso sui giovani prima del Sinodo?

Come famiglia salesiana volevamo dare un nostro apporto specifico sulle prospettive educative legate alle scelte dei giovani. Come aiutarli, quali condizionamenti, quali buone pratiche. Noi continuiamo a credere nelle risorse naturali e soprannaturali dei giovani, perché ne facciamo esperienza ogni giorno. Se aiutati, possono fare scelte di vita che li rendono felici.

 

Download (formato PDF)

LOGO Congresso DEFINITIVO con scrittaL’Università Pontificia Salesiana in occasione della festa di Santa Maria Ausiliatrice è lieta di annunciare il Programma ufficiale del Congresso internazionale “Giovani e scelte di vita: prospettive educative” Il Congresso intende offrire un contributo allo studio del mondo giovanile in rapporto alle scelte di vita, a partire dallo specifico punto di vista che qualifica la ricerca universitaria nell’ambito delle scienze dell’educazione e nella prospettiva più generale dell’umanesimo pedagogico cristiano che sta a fondamento del Sistema preventivo di san Giovanni Bosco.

L’evento si aprirà giovedì 20 settembre con una Conferenza introduttiva di presentazione della tematica del Sinodo dei giovani da parte di mons. Raúl Biord Castillo, Vescovo di La Guaira (Venezuela), Vicepresidente della Conferenza Episcopale Venezuelana.

Le sessioni di venerdì 21 settembre saranno dedicate rispettivamente a “In ascolto dei giovani” e “In dialogo per discernere”. Il Panel dal titolo “la vita dei giovani: modelli, stili, valori e scelte “, organizzato dall’Osservatorio Internazionale della Gioventù dell’Università Pontificia Salesiana (Facoltà di Scienze dell’Educazione) e dalla Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione Auxilium, coordinato dal prof. Franco Garelli (Università di Torino), vedrà la partecipazione di alcuni studiosi del continente europeo, americano, africano e asiatico. I titoli degli interventi della sessione pomeridiana sono, rispettivamente: “Per una rilettura antropologica della dinamica della scelta libera dei giovani”; “I dinamismi psicologici implicati nelle scelte dei giovani”, “Come formare i giovani alle scelte libere e responsabili: dinamismi motivazionali, affettivi e volitivi”; “Le sfide della Pastorale giovanile oggi”. Concluderà la giornata una sessione di “Comunicazioni” proposte dai partecipanti (www.giovaniesceltedivita.org/call-for-papers/).(Leggi il programma)

Prosegue con successo la collaborazione della nostra Università con il Liceo Classico “Giulio Cesare”, storico istituto di istruzione superiore dell’Urbe, a favore dell’Alternanza Scuola Lavoro (ASL), modalità didattica voluta dal MIUR e rispetto alla quale nel corso degli ultimi due anni l’UPS ha accolto giovani tra i 16 ed i 18 anni con progetti di formazione mirata nell’ambito della comunicazione e della biblioteconomia.

rinnovo urbe(Roma, 16 marzo 2018) - Lunedì 12 marzo il prof. don Mauro Mantovani, rettore dell’Università Pontificia Salesiana e il dott. Marcello Sardelli, direttore della Biblioteca Don Bosco, hanno partecipato, presso la Pontificia Università Gregoriana, all’Assemblea plenaria per il rinnovo delle cariche dell’Unione Romana Biblioteche Ecclesiastiche (URBE). All’assemblea hanno partecipano i 18 rettori e presidi delle Università Pontificie insieme ai prefetti e ai direttori delle rispettive biblioteche. I rettori e presidi, dopo aver ascoltato la relazione di p. Silvano Danieli, bibliotecario del Marianum e direttore del Consiglio direttivo uscente, sulle attività svolte durante il quadriennio 2015-2018 e la relazione economica presentata dal sig. Luigi Allena, segretario generale della Pontificia Università Gregoriana e tesoriere di Urbe, hanno proceduto alla votazione per l’elezione del presidente e del vice presidente di Urbe. Sono stati eletti come presidente il prof. p. Leonardo Sileo, rettore della Pontificia Università Urbaniana e come vice presidente il prof. don Luis Navarro, rettore della Pontificia Università della Santa Croce. I rettori hanno confermato come direttore del Consiglio direttivo di Urbe, per il quinquennio 2018-2022, p. Silvano Danieli. I prefetti e i direttori delle biblioteche pontificie hanno poi eletto i loro rappresentanti all’interno del Consiglio direttivo. Sono stati riconfermati il dott. Juan Diego Ramirez, direttore della Biblioteca della Pontificia Università della Santa croce, la dott.ssa Miriam Viglione, prefetto della Biblioteca della Pontificia Università Gregoriana, il dott. Marcello Sardelli, direttore della Biblioteca Don Bosco dell’UPS, mentre è stato eletto per la prima volta il dott. Adam Wisniewski, prefetto della Biblioteca del Pontificio Istituto Biblico.

Recensioni

RICERCHE STORICHE SALESIANE

Don Bosco per l’alfabetizzazione dei giovani a metà secolo XIXVITO MAURIZIONel contesto del dibattito sulla scuola popolare in Piemonte nella prima metà dell’Ottocento ed in rapporto con alcune esperienze educative...

"ACCIO' CHE MEGLIO SIANO INTESI…

Il volume edita gli Atti dei tre sinodi celebrati da Mons. Giovanni Am-brogio Caccia, vescovo di Castro, diocesi del Patrimonio di San Pietro in Tuscia (oggi incorporata nella diocesi di...

DON BOSCO. STORIA E SPIRITO

Quest’opera è intitolata Don Bosco, storia e spirito. “Storia”, perché la vita e l’opera di don Bosco si sono svolte in un contesto di eventi da cui è scaturita una...

ORDO RATIONIS VIRTÙ E LEGGE. Studio sull…

Nel panorama attuale degli studi di morale tomista, questo testo costituisce per certi versi una novità. Assumendo come riferimento privilegiato l’esposizione della dottrina morale della Summa Theologiae, l’Autore mira a...

I SOGNI DI DON BOSCO Esperienza spiritua…

Il volume contiene una serie di saggi dedicati a studiare, con diversi approcci e da molteplici punti di vista, i sogni di don Bosco. Il tema ha molti motivi d’interesse...




(c) 2005-2014 Rome - UPS - All rights reserved | P.Iva 01091541001 | Powered by Joomla!®.