antigone 01(Roma, 24 maggio 2017) - La Facoltà di Lettere Cristiane e Classiche ha promosso un laboratorio di teatro classico, avvalendosi della  collaborazione della regista, la dott.ssa Paola Sarcina, con la messa in scena dell’Antigone. La rappresentazione teatrale si è svolta lo scorso 22 maggio nell’aula Paolo VI dell’Università Salesiana. Vi hanno preso parte alcuni studenti della FLCC e della FSE. Apprezzati sono stati i contributi di altri attori e collaboratori tecnici.

 

L’Antigone, celeberrima tragedia del poeta greco Sofocle, è stata oggetto di analisi e di adattamento del testo grazie all’aiuto del prof. Roberto Fusco, docente di Letteratura Classica Greca e Latina presso la FLCC. Prendendo le mosse da un testo che in quanto classico è di estrema attualità, si è cercato di mettere in rilievo alcuni aspetti peculiari dell’opera tragica: l’incomunicabilità tra gli esseri umani e il destino tragico dell’uomo dinnanzi alla verità.

Una lotta incessante si dispiega tra forze del bene e forze del male che mai prevarranno le une sulle altre, ma lasceranno campo libero all’interpretazione di ciascuno. All’uomo non è lecito opporsi contro il destino, perché la sventura segue subito il peccato più grande, la hybris, la tracotanza. E obbedire alle leggi degli dei piuttosto che a un editto umano potrà sembrare folle, ma la legge eterna è più forte di tutto: la tragicità si esprime proprio qui, in questo intramontabile conflitto tra ragione e passione. La povera Antigone pagherà con la vita la decisione irrevocabile di aver voluto dare sepoltura all’amato fratello Polinice, reo di aver ucciso Eteocle, loro fratello e re della città, disobbedendo così all’editto stabilito da Creonte che vietava categoricamente di rendergli onori funebri.

Lo sforzo maggiore è stato quello di “modernizzare” il testo e la mise en scéne, creando un effetto del tutto surreale e innovativo, distante rispetto a quello della tragedia classica. Con l’impegno di tutti è stato possibile mettere a disposizione quella che è l’eredità degli Autori classici: il Teatro come canale privilegiato per l’educazione, da sempre luogo in cui gli interrogativi profondi dell’uomo prendono vita e si sciolgono attraverso la riflessione.

Myriam Cicala

Recensioni

ANIMAZIONE TEATRALE E TEATRO RAGAZZI NEL…

In Italia, alla fine degli anni Sessanta, nasce il fenomeno dell’animazione teatrale, prima nell’ambito della scuola, poi nel sociale, per diventare, negli anni Ottanta e fino a oggi, una vera...

STORIA DELLA LETTERATURA DELLA MAGNA GRE…

Questo libro, di Romualdo Marandino, mettendo in luce la ricchezza di pensiero e di arte che la civiltà magno-greca seppe copiosamente produrre in Italia meridionale, conferma la necessità, da più...

I Giovani nelle statistiche sociali

Il volume è una compilazione di alcune sezioni tematiche (demografia, nazionalità, istruzione, scuola, università, forze lavoro, Neet, famiglia, disagio giovanile, devianza, benessere, salute, cultura, partecipazione, volontariato...) che offrono un approccio...

Sui sentieri dell’uomo. Introduzione all…

Il processo di detronizzazione, iniziato con la teoria della derivazione della specie umana da forme di vita inferiori, è culminato in manifestazioni nichiliste che hanno sancito la «morte del­l’uo­mo». Con...

Storia della catechesi. 4. Il movimento …

Il volume si pone in continuità con il testo di P. Braido, Storia della catechesi, vol. 3: Dal «tempo delle riforme» all’età degli imperialismi, Roma, LAS 2015, pubblicato in questa...




(c) 2005-2014 Rome - UPS - All rights reserved | P.Iva 01091541001 | Powered by Joomla!®.